Wedding Marketing

Come preparare il primo appuntamento

come prepareare il primo appuntamento
Seguimi e condividi, se ti va 🙂
TWITTER
Visit Us
Follow Me
Instagram
LinkedIn
Share

Immagina questo scena.

Finalmente arriva il giorno tanto atteso. La coppia di sposi che stai seguendo da un po’, ti “concede” il fatidico incontro. Il tempo stringe e devi prepararti. Ma come ti prepari al primo appuntamento con i futuri sposi?  Segui semplicemente il flusso delle cose puntando sull’improvvisazione o ti prepari in modo professionale? Non preoccuparti: sei arrivata nel posto giusto al momento giusto! In quest’articolo, infatti, ti spiegherò come preparare il primo appuntamento con i futuri sposi.

1. Dove incontrarsi

Se non disponi di un ufficio, dovresti avere alcuni posti in cui lavorare con clienti e fornitori. Potrebbe essere una caffetteria (magari vicino al luogo in cui lavorano o abitano i futuri sposi) oppure un co-working o la sala riunione di un albergo. Pensa a luoghi che riflettano il tipo di coppia con cui lavori. 

Ovunque tu scelga di incontrarti, ARRIVA IN ANTICIPO per ottenere un tavolo. Non c’è niente di più imbarazzante che dover stare in piedi e aspettare che un tavolo si liberi. Personalmente, preferisco arrivare agli appuntamenti almeno 30 minuti prima.

2. Cosa indossare

Ricorda che in questo caso l’abito fa il monaco; quello che indossi dovrebbe riflettere il tuo modo di essere e il tuo brand. Se pianifichi matrimoni rustici in agriturismo, non presentarti in abito. Il tuo aspetto dovrebbe essere in linea con l’immagine del tuo marchio.

3. Cosa portare

In primis il tuo portfolio clienti che rappresenta la tua storia. E’ fondamentale non solo per catturare l’attenzione ma anche per persuadere la coppia che hai di fronte di essere la persona giusta per organizzare il loro matrimonio.

Inoltre, potresti portare una cartella da consegnare alla coppia con un ipotetico moodboard del loro matrimonio, la tua brochure (nel caso l’avessi) e il biglietto da visita. Trovo molto piacevole  portare anche un piccolo regalo per la coppia. Se la data del loro matrimonio è molto lontana, compro alcune riviste di matrimonio  e una piccola scatola di cioccolatini. Oppure qualche campioncino di stoffe e tessuti utili per il loro matrimonio.

4. Aggiungi valore

Durante la consulenza, concentra i tuoi sforzi su ciò che puoi fare per questi clienti. Hai un’idea di design che puoi condividere? Hai un suggerimento su uno dei loro fornitori che potrebbe aiutare? Non preoccuparti di raccontare come lavori. Questo è il momento giusto per mostrare ciò che sai e cosa puoi fare. Ovviamente non devi progettare l’intero evento o elaborare un budget prima di essere assunto, ma non aver paura di condividere idee e mostrare le tue conoscenze.

5. Ascolta 

I clienti dovrebbero parlare più di te durante il primo incontro. Ascolta davvero quello che dicono e quello che vogliono per il loro matrimonio. Ti sarà utile per stupirli con inspirazioni e idee fuori dal comune.

6. Come presentare i tuoi servizi 

Gli incontri sono l’occasione perfetta per vendere i tuoi servizi. Devi avere necessariamente un piano prima di presentarti all’appuntamento in modo che loro vedano in te la professionista di cui non potranno fare a meno.  

Dopo aver fatto loro una serie di domande per meglio comprendere le loro esigenze, desideri e aspettative spiegherai i tuoi servizi.

LEGGI ANCHE “Come ottenere potenziali clienti in 30 giorni”

7. Ringrazia

Dopo la consulenza, fai seguire immediatamente un’e-mail di ringraziamento. Se dopo l’incontro hai pensato ad una nuova idea, condividila con i tuoi clienti. Se hai trovato un’immagine di ispirazione che potrebbe piacergli, inviala. Mostra ai potenziali clienti quanto ci tieni.

8. Follow up

Se non hai ricevuto risposta dal cliente entro 5-7 giorni dall’incontro, fai follow-up tramite telefono o e-mail. Hanno ancora domande? Ti stanno ancora prendendo in considerazione? Hanno già preso una decisione?

9. Non prendertela troppo 

Che tu ci creda o no, questo matrimonio si farà con te o senza di te. Se ad un certo punto della trattativa, la coppia dovesse decidere per un altro fornitore, non farne una tragedia. So bene quanta tensione può esserci aspettando la risposta da un potenziale cliente. Fai un passo indietro e cerca di capire il motivo del diniego. 

Se questo post è stato utile, metti “mi piace” e condividi 🙂

Vuoi restare aggiornato sulle ultime novità del mondo degli eventi? Iscriviti alla mia newsletter. Tranquilla, non faccio Spam 🙂

Seguimi e condividi, se ti va 🙂
TWITTER
Visit Us
Follow Me
Instagram
LinkedIn
Share

Comment here

Ti piace il mio Blog? Se ti va, condividilo :-)